Fiera del Libro Virtuale

20 aprile, 2007

Dal 20 al 22 aprile avrà luogo la prima fiera del libro di Second Life (www.secondlife.com ), il mondo virtuale creato dalla Linden Lab, che attualmente conta più di cinque milioni di “abitanti” da tutto il mondo. Tra gli editori italiani comparirà la Castelvecchi, di Alberto Castelvecchi con un ‘avveniristico’ stand virtuale. L’idea nasce dall’esperienza di Sheena Dewan (Vision Paperbacks and Fusion Press, UK), che a gennaio ha aperto su SL un piccolo negozio di libri, e da allora ha contribuito alla nascita del Book Publishing Village, una sorta di città dell’editoria. Nell’organizzazione la fiera virtuale è simile a quelle reali: oltre agli stand, sono previsti eventi e reading, ma diverso è il pubblico cui si rivolge. Gli editori coinvolti sono per ora poco meno di cinquanta; tra cui Bantam, Penguin, Arcadia, Summersdale o Conte Verlag. I libri in esposizione saranno “reali”, e sarà possibile acquistarli on-line.
E’ questo il futuro della distribuzione editoriale?

Lunedì 23 aprile a Milano si celebrerà la terza edizione di San Giorgio – La Festa dei Libri e delle Rose, tradizione catalana, nata dall’iniziativa di un editore di Barcellona nel 1926, “importata” tre anni fa dall’agenzia Amat Comunicazione. Per l’occasione il quartiere di Brera sarà animato dalle bancarelle di libri e chioschi di rose (nella tradizione sono destinati a uno scambio di regali tra uomini e donne). Presso il Bar Giamaica si terrà un salotto letterario in cui saranno presentate le ultime novità editoriali, tra cui quelle di Cabila, realtà editoriale nata da un gruppo di 5 amici, e Perrone Editore, che ha pubblicato “E’ di moda la morte” di Raul Montanari, e Baldini Castoldi Dalai Editore con “Incubi” firmato da Pinketts, Nove, Sclavi e Biondillo. La Festa, oltre al quartiere Brera quest’anno sarà diffusa in tutta la città con il coinvolgimento delle Associazioni culturali e commerciali milanesi. In programma anche un’iniziativa di promozione della lettura a cura della Biblioteca Niguarda, un “Certamen – Duello all’ultima parola”, ideato e realizzato dalla casa editrice No Reply, e un evento curato dalla Fondazione Enrico Mattei – Culture Factory.
BSpm, fonte e-duesse.it

Bambini, adulti, studenti, insegnanti, appassionati di scienza e letteratura: tutti sono chiamati a presentarsi all’appello!
FEST, la Fiera internazionale dell’Editoria Scientifica a Trieste dal 17 al 20 maggio 2007, in collaborazione con Sironi Editore, lancia il sondaggio Classe 500 sui libri di scienza più amati dai lettori.Tutti possono votare all’indirizzo http://www.festrieste.it/classe500/intro.html e partecipare così all’estrazione di due libri Sironi al giorno.

La “classe 500” di ogni biblioteca raccoglie manuali, biografie di ricercatori, memoriali, inchieste, testi divulgativi, di storia e filosofia della scienza. Ma forse nella migliore raccolta di scienza possibile dovrebbero trovare spazio anche romanzi, testi teatrali, racconti ispirati dalla scienza…

Per scoprirlo, e costruire lo scaffale ideale dei lettori, FEST si rivolge proprio a chi legge.

Partecipando al sondaggio è possibile indicare i libri di scienza preferiti: le opere che hanno più incuriosito, incantato, appassionato; quelle che hanno fatto riflettere, fare domande, venir voglia di approfondire; quelle che hanno svelato un mondo o che semplicemente, pagina dopo pagina, hanno fatto passare ore piacevoli.

Il voto si chiude il 10 maggio e la classifica finale di Classe 500 sarà resa nota nei giorni di apertura di FEST, a Trieste dal 17 al 20 maggio.

Si possono segnalare fino a tre libri tra quelli pubblicati in Italia prima del 2006.
Ogni giorno, fino al 10 maggio, sarà sorteggiato uno tra i partecipanti al sondaggio, che riceverà in omaggio due titoli della collana Galápagos di Sironi Editore. I sorteggiati potranno scegliere i libri a questo indirizzo http://www.sironieditore.it/libri/collana.php?ID_collana=g

Classe 500 è un progetto a cura di Martha Fabbri, realizzato con Luigi Civalleri e gli studenti del corso di specializzazione “Libri” del Master in Comunicazione della Scienza della SISSA di Trieste, e con il contributo di Sironi Editore.

Ulteriori informazioni sul sito della manifestazione http://www.festrieste.it

FEST è la prima Fiera Internazionale dell’editoria scientifica

I mille volti della scienza si racconteranno attraverso i libri e le voci di scienziati e scrittori e ancora con spettacoli, conferenze, mostre e laboratori interattivi, a
Trieste dal 17 al 20 maggio 2007. FEST: per leggere, ascoltare, incontrare e
sperimentare la scienza in modo nuovo e divertente. Per esplorare le nuove
frontiere della ricerca scientifica e gli ultimi scenari della
comunicazione: dalle pagine dei libri alle immagini dei documentari, dalla
web radio al fenomeno dei blog, dall’esperienza dei professionisti del
settore alla voce degli scienziati.

In calendario incontri con scienziati e divulgatori tra cui Piero Angela, Edoardo Boncinelli, John David Barrow (matematico, Università di Cambridge), Enrico Bellone, Adam Bly (fondatore e editore della rivista Seed), Donghong Cheng (direttrice generale della Chinese Association for Science and Technology), Derrick De Kerckhove (direttore del Programma McLuhan, Università di Toronto), Margherita Hack, Furio Honsell, Gianna Milano, Helga Nowotny (vicepresidente e membro fondatore del Consiglio europeo delle ricerche ERC), Steven Rose (biologo, Open University UK), Istvan Palugyai (presidente European Union of Science Journalists’ Associations), John Rennie (direttore della rivista Scientific American), Telmo Pievani, Piergiorgio Odifreddi…

Seminario di scrittura creativa “Io, me e gli altri” – La narrazione come invenzione dell’identità autobiografica.

Quando parliamo di identità, della nostra identità, nonché del nostro passato, diamo per scontato di sapere di che cosa stiamo parlando. Per il semplice fatto che questa cosa che si chiama vita può venire preceduta da un aggettivo possessivo, ci convinciamo che tutto sommato quanto è contenuto all’interno di quella parola sia qualcosa di conoscibile e di facilmente riferibile. Lo strumento che utilizziamo per rendere conto agli altri della nostra vita è la memoria. Memoria di fatti, a volte, molto più spesso memoria di sensazioni. I contenuti della memoria sono espressi attraverso il linguaggio, attraverso un linguaggio organizzato, trasformato in una forma, ovvero attraverso il racconto. Orale o scritto.

Questi (e parecchi altri) i temi di Io, me e gli altri, il laboratorio di narrazione autobiografica condotto da GIORGIO VASTA che si terrà l’1- 2 – 3 giugno a Torino presso il Centro artistico e culturale Salotto Letterario in Via Sansovino 243/55 (tel. 331 4136072).

Per informazioni e iscrizioni: info@salottoletterario.ithttp://www.salottoletterario.it

E’ uscito il decimo numero della rivista “PaginaZero-Letterature di frontiera” – Quadrimestrale di letteratura, arte e cultura (www.rivistapaginazero.net).

L’Editoriale di Mauro Daltin e Paolo Fichera introduce la tematica del numero: la libertà di pensiero e le persecuzioni di cui sono vittima scrittori e giornalisti nel mondo. Predrag Matvejevic´, tra democrazia e democratura, parla della condanna che lo ha colpito a seguito della pubblicazione di un suo libro. Angelo Floramo ricorda Anna Politkovskaja e dialoga con Tomaz Šalamun, il più grande poeta vivente dell’Europa Centro Orientale, e il professore Umberto Cerroni. Raphael D’Abdon ricorda le scrittrici sudafricane incarcerate durante l’apartheid.

La pittura è il grado più alto della scrittura Leonardo da Vinci trae le conseguenze di questa constatazione. E l’arte e l’invenzione, proprie dell’esperienza, che è originaria, risaltano dalla scienza ormai della vita e si scrivono, nel processo intellettuale come processo di valorizzazione della memoria. La rivoluzione è senza più ritorno. Il bello della contraddizione.

Il bello dell’arte e dell’invenzione. Il bello della differenza. La materia del bello. Il bello della scrittura. La materia della scrittura. Per l’approdo alla qualità.

Le opere convocate in questa mostra dicono della modernità dell’avvenire e del rinascimento, sempre secondo, cioè originario. E si trovano in un viaggio intellettuale, che qualifica la città planetaria, fra l’Europa, la Russia, la Cina e il Giappone. Assoluta è la scommessa. Assoluto anche il piacere con cui la scrittura giunge alla cifra della nostra vita. (A.V.)

DOVE: 7 aprile – 31 luglio 2007, Villa San Carlo Borromeo, Milano Senago
Read the rest of this entry »

La Casa Editrice Ennepilibri bandisce il concorso regionale “Il giallo di Roma e del Lazio”. Al concorso, alla sua prima edizione, si partecipa gratuitamente ma l’adesione comporta che gli autori premiati debbano poi cedere all’editore i diritti di pubblicazione senza nulla avere a pretendere.
Tre solo le sezioni:
– la prima, principale, è riservata ai giovani autori, con età non superiore ai 35 anni, residenti a Roma e nella Regione Lazio.
– una sezione riservata alle scuole prevede la partecipazione sia con lavori individuali sia con lavori di gruppo, accompagnati da una relazione esplicativa redatta dal loro docente e da una dichiarazione dei genitori ad autorizzare la pubblicazione in caso di vincita se minorenni.
– un’altra sezione è riservata agli over 35, anche residenti in altre regioni italiane.
Per ciascuna sezione si può partecipare con una sola opera inedita in lingua italiana di narrativa (romanzi o raccolte di racconti) purchè la storia narrata sia avvolta nell’ambientazione romana ma soprattutto sia di genere giallo.
Le tre opere premiate a giudizio insindacabile della Giuria verranno pubblicate nella collana editoriale “Npl giallo di Roma e del Lazio” a spese della Casa Editrice Ennepilibri, la quale curerà l’editing dell’opera. La Casa Editrice Ennepilibri fornirà notizia dei vincitori nel proprio sito http://www.ennepilibri.it e sulla rivista quindicinale “In poche righe”.
Le opere dovranno pervenire in una copia dattiloscritta alla sede di Ennepilibri Viale Matteotti, 47/A – 18100 Imperia, entro il 15 maggio 2007.