Libri D’Europa

31 ottobre, 2006




logo_blog

Originally uploaded by ilfuturodellibro.

Ha da poco aperto a Roma la prima biblioteca che raccoglie opere di tutti i paesi dell’unione. Si tratta un progetto laboratorio delle biblioteche di Roma, avviato in collaborazione con i principali Istituti culturali europei presenti nella capitale per promuovere le culture e le lingue nazionali europee attraverso un modello di biblioteca destinato a trasformarsi in prototipo per le future biblioteche europee.
La uova biblioteca europea conta su un patrimonio iniziale di 10.000 volumi, metà in lingua straniera, dall’inglese al polacco, dallo spagnolo all’ungherese. Inoltre è dotata delle modere tecnologie con postazioni multimediali e audio per l’accesso alle risorse digitali rese disponibili dai paesi aderenti al progetto.

Annunci

Scrittorincittà

30 ottobre, 2006

Scrittorincittà 2006, manifestazione che si terrà a Cuneo, presso il Centro Incontri della Provincia dal 16 al 19 novembre, è giunta alla sua VIII edizione. Proporrà circa 50 eventi tra reading, incontri, concerti, presentazioni, spettacoli e mostre, declinati secondo il tema chiave dei “Passaggi” (viaggio, incontro, racconto, geografia)
Visita il sito della manifestazione

JOURNAL 10

30 ottobre, 2006

In occasione del decimo anniversario dall’inaugurazione di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, esce Progetto Arte – Journal 10, l’annuario che documenta gli eventi, le mostre e le attività che hanno coinvolto Cittadellarte nell’arco dell’anno 2005.

Il 2005 conclude i primi dieci anni di attività di Cittadellarte, fondata dall’artista Michelangelo Pistoletto per dare compimento al Manifesto Progetto Arte: l’arte, massima espressione dell’intelligenza umana, nel ruolo di agente di cambiamento responsabile della società, attraverso la realizzazione di idee e progetti creativi.

Sin dal principio Cittadellarte si è dotata di uno strumento di documentazione importante: un giornale interno che, registrando di anno in anno gli eventi in cui Cittadellarte si trova coinvolta, rappresenta la prima testimonianza delle evoluzioni nel tempo dei progetti, dei risultati raggiunti, dei contributi esterni e delle relazioni che mano a mano si sono sviluppate con gli artisti, i ricercatori, gli enti e le istituzioni.

Cittadellarte – Fondazione Pistoletto celebra la prima decade di attività di trasformazione sociale responsabile con la pubblicazione di un numero particolarmente ricco del Journal. A partire dall’aspetto: Journal 10 si presenta in una particolare veste argentata, con copertina semirigida, 224 pagine in cinque colori, ricche di immagini e testi, in italiano e inglese.
Per quanto riguarda il contenuto, alla descrizione dettagliata delle attività si aggiungono inserti interessanti e contributi di importanti personalità: Journal 10 esordisce con una ricca biografia illustrata, che seleziona alcuni avvenimenti storici di rilievo e li mette a confronto con le tappe che hanno portato alla creazione e all’attivazione di Cittadellarte; accanto alla puntuale documentazione delle attività (tra le altre, la partecipazione di Cittadellarte alla 51. Biennale di Venezia e al Summit on the Information Society organizzato dall’ONU a Tunisi), Journal 10 viene arricchito dalla presenza e dai contributi di personalità quali Achille Bonito Oliva, critico d’arte; Angela Vettese, giornalista e critica d’arte; Richard Stallman, uno dei pionieri del free-software e del copyleft, a cui Cittadellarte ha consegnato nel 2005 il premio Minimum Prize per il sistema GNU/Linux.

Journal 10 è un progetto curato da Federica Cerutti (editor di Cittadellarte), sotto la direzione artistica di Michelangelo Pistoletto.

Offrirà sostegno alla diffusione della lettura in aree prive di librerie e biblioteche. E’ attiva a Roma Ottimomassimo, libreria itinerante diretta da Deborah Soria che propone un servizio di promozione del libro di qualità e della lettura nelle aree disagiate della città e in quelle che hanno carenza di librerie, biblioteche, centri di lettura. Grazie all’attività del personale coinvolto nell’iniziativa, Ottimomassimo sosterrà la promozione della lettura presso scuole, piazze e luoghi di aggregazione, con il coinvolgimento di insegnanti, genitori, educatori.

“I nuovi attori dell’informazione. Come cambia la produzione delle notizie tra stampa online e blog” è il tema del convegno che si svolgerà il 27, 28, 29 Ottobre a Orvieto.
Leggi tutto l’articolo

Martedì 24 ottobre 2006 si terrà a Milano, presso la Triennale di viale Alemagna 6, il convegno internazionale “Che cosa è un libro? Lo si impara al museo”. L’incontro è organizzato da Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Triennale di Milano, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo con la collaborazione di Associazione Italiana Editori, Icom Italia e Università degli Studi di Milano. Per la prima volta a Milano editori, responsabili e curatori di musei, bibliotecari, studiosi di storia del libro e bibliofili si ritroveranno per discutere di musei del libro e dell’editoria con i direttori e i curatori di alcuni tra i più prestigiosi musei del libro europei. Le esperienze europee dimostrano che è possibile far conoscere l’oggetto libro e insieme soddisfare il piacere del pubblico, accompagnando i visitatori lungo percorsi costruiti fra le testimonianze del lavoro editoriale. Ne dà conto il volume di Maria Gregorio, Imago Libri. Musei del libro in Europa, promosso dalla Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e pubblicato presso Edizioni Sylvestre Bonnard.
BSAA

Un gruppo missionario che raccoglie sul web articoli sulla guerra in Darfur. Un comitato di quartiere che vuole documentare uno scempio ambientale archiviando articoli della stampa locale. Un’associazione di persone colpite da una malattia rara che vuole mettere a disposizione di tutti una rassegna stampa sui progressi scientifici del settore. Un’associazione pacifista che vuole denunciare, con prove giornalistiche alla mano, crimini di guerra e violazioni dei diritti umani.
A partire da domani tutti questi soggetti potrebbero essere costretti a pagare una “tassa sul macinato” alle associazioni degli editori per continuare a svolgere le loro attivita’.
La sorpresa arriva proprio dalla finanziaria dipinta come uno strumento di tutela dei “soggetti deboli”, e che in realta’ e’ servita anche a tutelare le lobby dell’editoria modificando per l’ennesima volta le norme diritto d’autore in senso peggiorativo, limitando il diritto dei cittadini alla realizzazione di rassegne stampa, e penalizzando le forme di uso libero e gratuito dell’informazione giornalistica a fini culturali.
Leggi tutto l’articolo Read the rest of this entry »