Free Press. Underground & Alternative Publications, 1965-1975, edited by Jean- François Bizot, Universe Publishing, New York, 2006

Questo volume, curato dal fondatore della rivista parigina Actuel, ci offre uno spaccato di tutto ciò che la stampa alternativa ha rappresentato nel decennio in cui sono avvenute le più profonde trasformazioni in ambito culturale, politico e sociale.
L’Underground Press ha documentato ogni avvenimento attraverso le sue numerose illustrazioni, dalla politica all’arte, dal cinema alla moda, e continua ancora oggi ad avere un impatto decisivo sul pensiero collettivo e sul graphic design.

Annunci



Palazzo Yacoubian

Originally uploaded by ilfuturodellibro.

Ala Al-Aswani ha vinto il Premio mediterraneo di cultura per il suo libro Palazzo Yacoubian
Afferma “Credo fortemente in una cultura del Mediterraneo; la letteratura è uno strumento importante che ci insegna ad essere più tolleranti, a considerare anche gli altri come esseri umani e non stereotipi”
Leggi l’intervista di Maura Murizzi all’autore.

Aie, Aidro, Fimi, e Univideo – le principali Associazioni che, in Italia, rappresentano le aziende che producono e gestiscono i contenuti culturali anche in versione digitale – e Cinecittà Holding hanno costituito un Osservatorio permanente sui contenuti digitali: dai libri e prodotti editoriali alla musica al cinema e all’home video. L’Osservatorio, che sviluppa e amplia l’Osservatorio sull’editoria digitale realizzato dall’AIE fin dal 1999, vuole offrire, attraverso un’indagine realizzata in collaborazione con ACNielsen, una fotografia completa e aggiornata dei contenuti digitali disponibili nel mercato italiano e di come la sua fruizione stia cambiando nei tempi. I risultati della ricerca saranno presentati in occasione di una Conferenza Stampa che si terrà a Roma il prossimo 9 Maggio 2007. Il giorno 30 marzo 2007 inoltre si terrà a Roma durante Docet un seminario «Digital generation 2.0: ragazzi, scuola, tecnologie», in cui l’Osservatorio in collaborazione con la Fiera di Bologna presenterà alcuni primi dati qualitativi sul mondo dei giovani. Nella foto Federico Motta, presidente Associazione Italiana Editori.
Fonte BSAA, e-duesse.it

L’informazione elettronica sta diventando sempre più copiosa e accessibile in vari formati. I recenti sviluppi del Web 2.0 prospettano tecnologie ancora più innovative che derivano dall’uso sociale delle tecnologie dell’informazione, dalla partecipazione attiva degli utenti della biblioteca nella creazione dei contenuti dando vita così a una comunità di bibliotecari e utenti in continua evoluzione. Tutto questo rappresenta un’enorme sfida per i bibliotecari e per il loro lavoro tradizionalmente basato sulle antiche certezze delle collezioni cartacee e di quelle elettroniche. L’information literacy prevede che i bibliotecari abbiano un ruolo chiave nell’istruire gli utenti oggi più che mai necessario per aiutare l’utente a muoversi in questa pletora di informazione spesso di dubbia qualità. Durante il seminario verranno affrontati gli aspetti concernenti le sfide e le tecnologie del Web 2.0 e al medesimo tempo verranno condivise delle esperienze di information literacy. Cenfor propone un seminario con un gruppo internazionale di relatori esperti che tratteranno questi argomenti e forniranno opportunità di dibattito. La partecipazione al seminario è gratuita. Preghiamo chi è interessato a pre-registrarsi all’indirizzo electres@cenfor.it.
Ai partecipanti registrati verrà consegnata gratuitamente l’edizione print degli atti del seminario Delivering e-content: contenuti elettronici alla portata degli Utenti, tenutosi a Milano, Bibliostar 2006, 10 marzo 2006, pubblicati a cura di Cenfor e AIDA.

La biennale LIBEROLIBROdARTISTALIBERO, mostra d’arte contemporanea del libro d’artista recentemente realizzata nella sua terza edizione presso il Museo Archeologico Statale di Spoleto da STUDIO A’87 e VIAINDUSTRIAE, è presentata nelle sale del Museo Wignacourt a Rabat, Malta, con il contributo del Comune di Spoleto, dell’Istituto del Mediterraneo dell’Università di Malta, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Malta e l’ Accademia di Belle Arti di Firenze. Con l’inaugurazione il 1 Aprile alle 19,00 e fino al 7 Aprile, a Rabat, nelle sale del prestigioso Museo Wignacourt, sarà possibile visitare la mostra che traccia una storia dalle prime formulazioni dei primi libri d’artista, con l’importante percorso storico dei Maestri italiani, dalle opere futuriste fino alla Poesia Visiva e Concreta, (Agnetti, Anselmo, Bentivoglio, Boetti, Carrega, Caruso, Ferrari, Folgore, Gut, Isgrò, La Rocca, Kounellis, Marinetti, Merz, Miccini, Munari, Mussio, Patella, Pignotti, Russolo, Sanesi, Vaccari, Villa), e di quelle contemporanee con una selezione degli artisti presenti in mostra a Spoleto e con le opere dei giovani studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze. L’idea della mostra è quella di creare un tessuto di relazione e scambio interculturale attraverso il medium/libro come espressione di conoscenza e sperimentazione artistica tra storia e contemporaneità.

info: info@viaindustriae.it +39 3495240942

IBEROLIBROdARTISTALIBERO al Museo Wignacourt di Rabat in Malta progetto di STUDIO A’87 / VIAINDUSTRIAE

cura: Vittoria Biasi, Emanuele De Donno, Giuliano Macchia, Franco Troiani

con il contributo e patrocinio: Comune di Spoleto / Interreg IIIC-Progetto E3C / Istituto Mediterraneo Università di Malta / Istituto Italiano di Cultura di Malta / Accademia di Belle Arti di Firenze / Museo Virgiliano di Mantova

inaugurazione: sabato 1 aprile 2007 | ore 19.00 dal 1 aprile al 7 aprile 2007 orario: dalle 10.00 alle 14,30 catalogo in mostra

Nazione Indiana è uno dei più importanti blog letterari italiani, ed è attivo dal 2003. Nel giro di poco tempo è diventato un punto di riferimento per chi fa cultura, in rete e fuori dalla rete. Al momento su Nazione Indiana sono disponibili oltre duemila articoli, tra racconti, poesie, recensioni, reportage e saggi brevi. Nazione Indiana è una struttura mobile, priva di un centro statico, composta da una ventina di redattori sparsi per tutta Italia e anche all’estero. I redattori di Nazione Indiana sono scrittori, poeti, critici, saggisti, scienziati, artisti e videomakers. Ogni redattore pubblica i propri interventi e ha facoltà di pubblicare anche interventi di autori che non fanno parte della redazione, creando una rete che supera le classiche barriere disciplinari ed editoriali.

E’ su questo tema, “Rete”, che si incentra l’incontro che Nazione Indiana ha organizzato presso il Circolo dei Lettori di Torino per lunedì 26 marzo alle ore 21.
Interverranno con letture, performance canore e teatrali Andrea Bajani, Francesco Forlani, Marco Rovelli e Antonio Sparzani.
“Rete, far rete, essere in rete o buttare in rete”. La rete sarà contemporaneamente l’accoglienza del migrante, la protezione di cui ha bisogno lo straniero (Marco Rovelli), ma sarà anche la rete come mappa, come ricerca continua di puntelli per l’orientamento (Andrea Bajani), e sarà rete quella che pesca insieme i pesci di Gorizia e quelli di Bombay (Antonello Sparzani) o che prende i gol di una partita giocata tra i prigionieri dei campi di lavoro nazisti (Francesco Forlani).

“Lo scenario futuro dei media. La stampa tra crisi e cambiamento’ è il titolo della tavola rotonda organizzata dalla Federazione italiana editori di giornali che si terrà a Roma venerdì 30 marzo, dalle 9:30 alle 13:30, nella Sala della Protomoteca in Campidoglio.

Read the rest of this entry »