Images_1
Ieri lo scrittore Joe R. Lansdale è arrivato a Torino per il «Traffic festival», che lo vedrà oggi ai Giardini Reali, dopo le 18, leggere alcune pagine di un racconto, In un tempo freddo e tempestoso, dove mette in scena un futuro spaventevole e allucinatorio, al centro del quale c’è uno strano filantropo tutto dedito ai bambini. La breve storia, della quale non verrà comunque svelato il finale, dà il titolo al suo ultimo libro appena uscito da Einaudi.
Leggi tutto l’articolo

Annunci

Dussmann
Una volta all’anno venti persone vengono chiuse dentro la libreria Dussmann a Berlino per dieci ore, con una coperta, lo spazzolino da denti e bricchi di caffè con tapas. Le richieste sono così tante che si sceglie per sorteggio. Come per sorteggio si scelgono i 19 lettori che una volta al mese vengono ospitati nel salotto letterario a discutere con un autore del suo ultimo libro.
Clicca qui per leggere l’articolo

La provocazione di Baricco

11 luglio, 2006

Baricco
Baricco, Tom Sawyer delle lettere infilatosi nella giacca di Walter Benjamin, ha proposto una sua sociologia del nuovo mercato letterario “ll mercato dei libri finisce per sembrare come un enorme uovo al paletto, in cui il rosso, più grande che in passato, è l’editoria di qualità, il bianco, dilagato a proporzioni enormi, è tutto il resto”Da Dronero a Chivasso, da S. Vittoria d’Alba a Canale, è scoppiata la querelle sull’«uovo al paletto» che sarebbe stato confuso con l’occhio di bue (visto come uovo di Struzzo). L’uovo al paletto, da non confondersi, ma un po’ s’avvicina, a quello fritto prevede, anche se non tutti sono d’accordo, che l’albume, il bianco, copra il rosso, il tuorlo.

Tavolo_arancione_con_ragazzi_3
E’ nata ‘Le Libellule’, una nuova casa editrice che opererà nel settore dell’editoria scolastica con lo scopo di proporre testi innovativi e meno cari. Lo hanno annunciato, con un comunicato, la Federico Motta Editore e la Casa editrice Principato, due realtà già presenti nel campo dell’editoria scolastica. Le due società hanno costituito, infatti, con quote di partecipazione paritetiche la nuova ‘Le Libellule srl’. Proposito della casa editrice è quello di “offrire, a minor prezzo, testi che ottimizzino il rendimento complessivo degli studenti attraverso nuove modalità d’insegnamento, più vicine agli studenti“. I primi testi, che avranno una parte multimediale che si accompagnerà al cartaceo, saranno disponibili dall’anno scolastico 2007-8.

Si tiene a Milano il prossimo 11 luglio la terza edizione del corso dedicato al Diritto d’autore e nuove tecnologie. Una giornata per analizzare gli aspetti legali relativi al diritto d’autore che una casa editrice deve conoscere per poter gestire in modo corretto i contenuti in formato digitale (da Internet all’e-learning, dall’e-book al print on demand) ed esaminare, allo stesso tempo, i nuovi usi dei documenti da utenti quali professionisti, docenti universitari, scuole, biblioteche.
Scheda del corso

Pubblicati da Coppola editore, sono dei piccoli block-notes (7×10 cm.), e si chiamano I pizzini della legalità. Il loro titolo è, quindi, quasi un ossimoro. E l’iniziativa, grazie a un’idea balenata al trapanese Salvatore Coppola, più o meno come una necessaria legge del contrappasso, è entusiasmante, è “strategica”, è un sistema infallibile per “recuperare in senso buono uno strumento di comunicazione fino ad oggi, purtroppo, inteso solo in senso negativo”.
Clicca qui per maggiori informazioni

Le ricerche dell’AIE (Associazione Italiana Editori) hanno messo in evidenza punti di forza e criticità della piccola editoria in Italia oggi, rilevando un equilibrio non ancora del tutto stabile che giustifica l’ideazione di progetti alternativi di multicanalità da parte dei piccoli editori.

Libro La piccola e media editoria contribuisce al catalogo offerto in Italia con 32.000 titoli commercialmente vivi, anche se i tempi di permanenza e la scarsa visibilità all’interno della libreria penalizzano spesso le proposte. Al di là dei numeri però è il contributo qualitativo, la ricerca culturale, a contraddistingue la piccola editoria: nuovi autori, nuovi generi e settori editoriali. Basti pensare al contributo fondamentale che la piccola editoria ha dato, negli anni ’80, allo sviluppo della letteratura per ragazzi, o al recente sostegno di proposte di letterature alternative come quella di immigrazione.
Non è un caso che la percentuale di novità (rispetto alle ristampe) pubblicate dalla piccola editoria sia superiore alla media nazionale imposta dai cataloghi delle grandi case editrici.

La piccola editoria accusa tuttavia numerose criticità, a partire dall’ammontare delle vendite. La tiratura per titolo è la metà di quella media delle case editrici italiane. Ma il campo più incerto rimane quello del canale distributivo che, per la piccola editoria, dimostra indici di rotazione a magazzino e di presenza sul punto vendita molto bassi. Il che è segnale di specializzazione delle pubblicazioni delle piccole case editrici ma anche, sfortunatamente, della scarsa propensione da parte delle librerie a investire su progetti editoriali alternativi.

Per ulteriori informazioni, clicca qui